Confronto di patogenicità fra otto ceppi di Steinernema feltiae (Filipjev, 1934) (Rhabditida: Steinernematidae) rinvenuti in terreni dell’Italia meridionale

Eustachio Tarasco

Abstract


INFECTIVITY COMPARISON AMONG EIGHT STEINERNEMA FELTIAE (FILIPJEV, 1934) (RHABDITIDA: STEINERNEMATIDAE) ISOLATED FROM SOUTHERN ITALIAN SOILS

The infectivity of eight strains of Steinernema feltiae (Filipjev, 1934) isolated from Southern Italian soils were compared in two laboratory bioassays against Galleria mellonella L. (Lepidoptera: Galleriidae) larvae. Infectivity was determined by larval mortality rate and penetration rate assays. The percentage of larval mortality was recorded after 72-h exposure to infective juveniles (IJs) ranging from 37.7 to 71.1%. In the penetration rate assay the percentage and sex ratio of nema- todes invading the insects were determined; the average number of nematodes in cadavers exposed to 100 IJs ranged from 5.23 to 15.80.

There were significant differences among the strains and four of them (IS-CL2, IS-GR1, IS-CO1, IS-SA1) were highly virulent to G. mellonella larvae.

Bioassays’ results showed a correlation between levels of host mortality and levels of nematode establishment.

Key words: Entomopathogenic nematodes, Galleria mellonella, Italian strains, bioassays, pene- tration rate, larval mortality rate.

È stato effettuato un confronto di patogenicità tra 8 ceppi di Steinernema feltiae (Filipjev, 1934), isolati da terreni dell’Italia meridionale, utilizzando larve di Galleria mellonella in due biosaggi di laboratorio. La patogenicità è stata valutata mediante il tasso di mortalità larvale ed il tasso di penetrazione. I dati sulla mortalità larvale sono stati rilevati 72 ore dopo aver sottoposto 30 larve all’inoculo di stadi giovanili infestanti (Ijs); le percentuali di mortalità hanno presentato valori compresi tra 37,7% (IS-CE2) e 71,1% (IS-CO1). Nel biosaggio sul tasso di penetrazione, dove 3 larve sono state sottoposte all’infestazione di 100 (Ijs) dei diversi ceppi, sono stati determinati il numero dei nematodi penetrati all’interno dell’ospite (variabile da 5,23% a 15,80%) e la sex ratio. Sono state evidenziate significative differenze tra i diversi isolati e 4 di essi (IS-CL2, IS- GR1, IS-CO1, IS-SA1) hanno mostrato una alta patogenicità nei confronti delle larve di G. mellonella. I dati dei biosaggi hanno evidenziato una correlazione tra la mortalità larvale ed i nematodi riscontrati all’interno delle larve.

Parole chiave: nematodi entomopatogeni, Galleria mellonella, isolati italiani, biosaggi, tasso di penetrazione, tasso di mortalità.

 


Full Text

PDF


DOI: https://doi.org/10.15162/0425-1016/694

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.

Questo sito utilizza Cookie

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web. Informativa privacy


ISSN: 0425-1016