Mouthparts of a tydeid mite: an ultrastructural and functional investigation

Giorgio Nuzzaci, Antonella Di Palma

Abstract


The gnathosoma of a tydeid mite (Tydeus sp.) shows the subcapitulum and the cheliceral segments not fused to each other though closely appressed. The lateral lips are provided with a well defined system of grooves and rims for interlocking. The pre-oral groove has very electron- dense walls; it is tightly shaped and covered dorsally by the labrum only distally. More proximally it becomes a channel (food channel), dorsally sealed. The labrum is an unpaired structure involved in keeping the cheliceral stylets into the cheliceral groove and in covering the pre-oral groove distally. The fixed digits and the basal segments of the chelicerae are shaped to adhere to the lateral lips and mesally to each other; they are not fused to form a stylophore. The movable digits are stylet-like, reach the tip of the gnathosoma and are proximally articulated with a large lever provided with two strong knobby apodemes.

A pharyngeal pump connected to the food channel activates and controls the intake of the alimentary fluids.

Some sensorial structures associated with the mouthparts components have been observed and described.

Key words: stylets, gnathosoma, lever, fixed digits, labrum, functional morphology.

STUDIO ULTRASTRUTTURALE E FUNZIONALE DELLE PARTI BOCCALI DI UN ACARO APPARTENENTE ALLA FAMIGLIA TYDEIDAE

È stato realizzato uno studio morfologico e funzionale delle parti boccali in un acaro Tideide. Il subcapitulum ed i segmenti chelicerali, pur essendo morfologicamente strutturati per aderire gli uni agli altri, non si presentano fusi a costituire una capsula gnatosomatica; le labbra laterali presentano, lungo la loro superficie adorale, un sistema di solchi e creste che consente loro di coaptarsi.

Il solco perorale si presenta coperto dal labrum solo distalmente; più prossimamente diventa invece un vero canale delimitato dorsalmente da pareti. Pertanto il labrum sembra coinvolto principalmente nella funzione di mantenere in posizione gli stiletti e coprire il solco perorale solo nel tratto distale.

La morfologia esterna dei digiti fissi e dei segmenti basali dei cheliceri consente loro di aderire alle labbra laterali e l’un all’altro nella regione adorale; non si ha la presenza di uno stiloforo. I digiti mobili sono stilettiformi, ciascuno di loro si articola prossimamente ad un lever la cui rotazione consente la protrusione e retrazione degli stiletti stessi con perforazione dei tessuti o del substrato alimentare.

La pompa faringeale, collegata al canale alimentare, consente l’aspirazione dell’alimento. Infine alcune strutture sensoriali connesse alle parti boccali sono state osservate e descritte.

Parole chiave: stiletti, gnatosoma, digito fisso, lever, labrum, morfologia funzionale.


Full Text

PDF


DOI: https://doi.org/10.15162/0425-1016/743

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.

Questo sito utilizza Cookie

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web. Informativa privacy


ISSN: 0425-1016