IL RUOLO DELLA CORTESIA NELLA FORMAZIONE DELLA COMPETENZA INTERCULTURALE

PATRIZIA MAZZOTTA

Abstract


Il tema della cortesia è tuttora oggetto di un notevole dibattito tra quanti sostengono la visione universalistica proposta dal modello di Brown e Levinson, basata sul principio di cooperazione e sul concetto di “faccia”, e coloro che propugnano una concezione relativistica, ponendo l’accento sulle percezioni della cortesia dei parlanti. In contrasto con questi due punti di vista si è andato affermando un filone di studi che, pur ammettendo alcuni principi generali di base, ritiene che la cortesia sia concettualizzata in modo differente nelle varie culture, per cui i giudizi dei parlanti sulla cortesia degli enunciati sarebbero condizionati dalle norme di comportamento specifiche della loro cultura. Assumendo come riferimento teorico questa terza prospettiva, si prendono in considerazione alcune differenze interculturali significative, dovute all’intreccio di varie dimensioni della cultura, allo scopo di proporre un approccio didattico al fenomeno della cortesia imperniato sulla riflessione metaculturale e finalizzato al superamento dello stereotipo secondo cui esisterebbero popoli più cortesi di altri.

Parole chiave


cortesia; competenza interculturale; competenza comunicativa

Full Text

PDF


DOI: https://doi.org/10.3299/sdg.v1i4.71-89

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.

Questo sito utilizza Cookie

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web. Informativa privacy