Archivio



2021

N. 1 (2021): Fascicolo 1

LA ROTTA BALCANICA DEI MIGRANTI

Lungo la dorsale dei Balcani, da sud verso nord  ai confini dell’Unione europea si  apre la cosiddetta rotta balcanica,  attraversata da migranti in fuga dai propri Paesi, segnati da guerre, violenze, povertà; il punto di arrivo è l’Europa, centro di molte speranze. Ma anche la rotta dei Balcani è segnata da  violenze, torture inaudite, abusi  da parte delle  polizie dei Paesi balcanici attraversati e, infine, da respingimenti anche dell’Italia, condannata dalla giustizia per questo motivo.  Lungo questa rotta i diritti si dissolvono, la dignità  della persona umana  è calpestata e, sembra, che l’Europa (come una matrigna) sappia trovare come risposta solo  lo stanziamento di risorse economiche necessarie per  finanziare i campi di raccolta dei profughi al di fuori dei confini europei e in territori con grandi criticità (anche sul fronte dei diritti di libertà). La stampa e i mass media si sono occupati e si occupano delle tragedie,  che si consumano lungo questa rotta, e delle collegate responsabilità. Nello spazio che segue, coerentemente con il target della nostra rivista vogliamo proporre una riflessione  che affronti il profilo giuridico, ospitando alcuni  saggi di  studiosi e professionisti, da tempo molto  impegnati in associazioni e a titolo personale  nella tutela dei diritti dei migranti.


1 - 5 di 5 elementi    

Questo sito utilizza Cookie

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web. Informativa privacy