Euro-Balkan Law and Economics Review

Il nome della rivista, a periodicità semestrale, è indicativo di un progetto che ha quale sua prospettiva l’apertura verso nuovi orizzonti del sapere, in campo sia giuridico sia economico. Lo studio dei rapporti tra Stati, e tra questi e l’Unione europea, costituisce il terreno privilegiato dell’approccio scientifico che questa nuova esperienza culturale intende perseguire.

Ma la Euro-Balkan Law and Economics Review non è solo un titolo. Vuole essere, ambiziosamente, qualcosa di più: un ponte tra culture istituzionali e politiche che cooperano fra loro e si integrano, certo per passaggi graduali, ma in un’ottica di interdipendenze non solo funzionali al nuovo corso del diritto globale ma soprattutto nell’ottica interculturale e multiculturale.
Del resto, i differenti Paesi dell’area balcanica si collocano in uno scenario sempre più integrato. Molti Paesi sono già nell’Unione europea e altri ancora gravitano attorno ad essa, in attesa di un riposizionamento nello scenario del Vecchio Continente.
La scelta compiuta di dar vita ad una rivista a carattere pluridisciplinare, prevalentemente ma non esclusivamente rivolta all’area dei Balcani, è dettata da una professione di coerenza rispetto ai principi fondativi dello Stato contemporaneo quali elementi di un discorso storico e politico risalente volto alla costruzione di un progetto sociale e civile.

The name of this biannual review, is indicative of a project that has as its perspective the opening towards new horizons of knowledge, both in the legal and economic field. The study of relations between States, and between them and the European Union, constitutes the privileged terrain of the scientific approach that this new cultural experience aims at pursuing.
The Euro-Balkan Law and Economics Review is not just a title. It wants to be, ambitiously, something more: a bridge between institutional and political cultures that cooperate with each other and integrate, certainly by gradual steps, but with a view to interdependencies not only functional to the new course of global law but above all from an intercultural and multicultural viewpoint.
Moreover, the different countries of the Balkan area are placed in an increasingly integrated scenario. Many countries are already in the European Union and others still gravitate around it, waiting for a repositioning in the scenario of the Old Continent. The choice made to create a multi-disciplinary online review, mainly but not exclusively addressed to the Balkan area, is dictated by a profession of consistency with the founding principles of the contemporary state as elements of a historical and political discourse aimed at building of a social and civil project.